Benvenuti al KCFG, l'entusiasmante gioco di ruolo fantasy per e-mail in Italiano! Grandi battaglie, segreti intrighi, mitiche imprese ed oscuri sortilegi aspettano solo voi!

Komics Club Fantasy Game


Regolamento
Sulla homepage del KCFG troverete l'indice del regolamento; seguite i paragrafi ed imparete a giocare rapidamente!

La Magia
Nel nostro libro degli incantesimi troverete tutto ciò che riguarda l'uso della magia nel KCFG.

Il Mondo
Umani, elfi, fate, nani, draghi... maestosi monti, popolose città e profondi mari. Ecco a voi il mondo del KCFG e chi lo popola.

KCFG sul web
Ringraziamenti, ulteriori istruzioni, lista degli aggiornamenti del sito ed archivio dei messaggi. Veniteci a trovare!



  • Draghi

Tipo:Non Umani
Dati Generali:  Sebbene con il termine “Drago” si intenda genericamente un'antica razza di grandi rettili alati e più o meno intelligenti, le varietà e sottorazze di drago esistenti sono pressoché infinite, anche senza contare le numerose creature simili a draghi ma solo lontanamente imparentate con essi.
I draghi si possono distinguere essenzialmente in tre grandi categorie, per quanto ve ne siano alcuni che sfuggono a questa classificazione: Draghi Cromatici, le cui scaglie richiamano essenzialmente un colore ben definito (Bianchi, Blu, Neri, Rossi, Verdi, ecc.); Draghi Metallici, le cui scaglie sembrano, pur non essendolo, fatte di metallo (Argentati, Bronzei, Dorati, d'Ottone, …) e Draghi delle Gemme, le cui scaglie hanno l'aspetto di gemme di vario genere (d'Ametista, di Rubino, di Smeraldo, ecc.) e sono solitamente più fragili e meno robuste di quelle dei loro “cugini”.
Le varie sottorazze di drago differiscono anche notevolmente per forma, dimensioni, caratteristiche ed abitudini. Tutte hanno però due cose in comune, il soffio e gli stadi di sviluppo. Inoltre tutti i draghi sono caratterizzati da sensi ben al di sopra della media umana. Essi possiedono una vista, un udito ed un olfatto eccezionali. Spesso i draghi Adulti riescono a riconoscere i loro simili dall'odore anche quando l'aspetto li potrebbe trarre in inganno. Quelli Anziani sono praticamente in grado di riconoscere chiunque in questo modo, ovviamente a condizione di averlo già incontrato ed “annusato” in precedenza.

Soffio del Drago
Ogni drago dispone di uno o più tipi di soffio che può utilizzare complessivamente tre volte al giorno con intervalli non inferiori a 30 secondi tra un soffio e l'altro. Questa limitazione è di tipo pratico: poiché il soffio è essenzialmente una grande quantità di materia o energia prodotta dal drago ed emessa attraverso la sua bocca, vi sono dei limiti alle sue capacità di produrlo. Realisticamente un drago potrebbe soffiare anche più di 3 volte al giorno, ma 3 soffi sono il massimo che è in grado di produrre senza iniziare a danneggiare il suo stesso corpo nello sforzo. Anche i draghi che possiedono più tipi di soffio possono comunque soffiare al massimo 3 volte al giorno, e non 3 volte per ogni tipo di soffio.
Il soffio è un arma ad ampio raggio molto potente il cui potenziale offensivo è tanto maggiore quanto maggiori sono le dimensioni del drago e buono il suo stato di salute. Un drago più piccolo causa meno danni di uno più grosso. Lo stesso drago causa meno danni se ferito o ammalato di quanti ne causerebbe in piena salute.

Stadi di Sviluppo dei Draghi
Ogni drago attraversa diversi stadi di sviluppo nel corso della sua vita, nascendo come Cucciolo e finendo col diventare un Antico Dragone. Poiché la vita media varia da drago a drago, i vari stadi insorgono più o meno presto nel corso della vita del drago. Alcuni draghi acquisiscono nuove capacità man mano che il loro sviluppo avanza.
Per ogni tipo di drago viene riportata una tabella che indica l'età alla quale i diversi draghi entrano in tali stadi, le loro dimensioni medie in quello stadio ed eventuali altri dettagli che cambiano con la crescita.
I draghi possono essere introdotti come PG fino allo stadio di Anziano. Draghi Molto Anziani o più grandi possono essere utilizzati solo come PNG.
Il numero di PM e PA dato nelle tabelle si riferisce a quelli di un drago adulto. Per determinare i PM e PA di un drago di altra età occorre aggiungere (o sottrarre, secondo i casi) il numero indicato qui sotto accanto al nome del relativo stadio di sviluppo. Il minimo è comunque di 0 PM e 0 PA
Gli stadi di sviluppo sono, nell'ordine:
Neonato-5
Cucciolo-4
Giovane-3
Adolescente-2
Giovane Adulto-1
Adulto0
Adulto Maturo+1
Anziano+2
Molto Anziano+3
Venerabile+4
Dragone+5
Antico Dragone+6
Per l'ultimo viene data l'età alla quale il drago lo raggiunge, dopo la quale esso può comunque continuare ad invecchiare anche per qualche centinaio, se non migliaio, d'anni.

Metamorfosi
Alcuni draghi possiedono delle capacità di metamorfosi. Contrariamente alla maggioranza delle altre razze dotate di poteri simili, quando un drago assume una forma umanoide è in grado di simulare non solo il corpo ma anche abiti ed ornamenti, nonché equipaggiamento che possa essere indossato come elmi ed armature, che comunque offriranno un grado di protezione pari a quello della normale pelle del drago, né più né meno. Un drago può mutare a piacimento l'aspetto degli abiti così simulati ma solo durante la trasformazione, dunque un drago in grado di assumere forma umana che voglia mutare gli abiti di tale forma deve tornare in forma di drago e quindi ritrasformarsi in umano. Un drago che possa invece assumere molteplici forme può solitamente modificare i suoi abiti senza nessun passaggio intermedio.
Ovviamente vestiti, ornamenti ed armature simulati nella trasformazione non possono essere rimossi dal corpo del drago poiché ne fanno parte, anche se appaiono in tutto e per tutto come normali oggetti.
Per poter usare il soffio il drago deve essere nella sua vera forma.

Capacità Magiche
I draghi posseggono una naturale affinità con la magia tanto che alcuni di essi sviluppano delle capacità magiche con la crescita. Grazie a questo ed alla loro ottima memoria, i draghi che si dedicano allo studio della magia, ovvero con classe Mago, non hanno necessità di avere un libro degli incantesimi e non sono obbligati ad utilizzare ingredienti per il lancio degli incantesimi. Tuttavia questo non permette loro di conoscere un numero maggiore di incantesimi rispetto alla norma, semplicemente non avranno necessità di portarli con loro in forma scritta. Per questa ragione un drago mago che decida di non usare un libro troverà particolarmente difficile insegnare a qualcuno che non sia un altro drago gli incantesimi che conosce.
Gli altri draghi utilizzatori di magia (bardi, negromanti, psionici, sacerdoti, streghe, veggenti) non godono di alcun vantaggio particolare.

Conoscere i Draghi
Quelle che elencate su seguito sono le descrizioni sommarie di numerosi tipi di drago, divisi nelle 3 categorie già menzionate con l'aggiunta dei draghi che non ricadono in esse, di alcune creature strettamente imparentate con i draghi e per finire di alcune sottorazze estinte. Non è detto che un drago non descritto qui non possa esistere, anzi è probabile il contrario se si tratta di una razza ibrida, ma per introdurre un nuovo tipo di drago è necessario discuterne sempre con un Guardiano a priori.
Va infine notato che, sebbene non accada spesso, i draghi si accoppiano anche con esponenti di una sottorazza diversa dalla propria dando luogo a delle sottorazze ibride (che si comportano come qualunque altra razza ibrida). Alcune di esse sono descritte qui.
Aspetto:I draghi sono essenzialmente degli enormi rettili squamosi e (quasi sempre) alati, dotati di lunghi colli e lunghe code. Non esistono due draghi assolutamente identici, e al di l della sottorazza il loro aspetto pu variare non solo per i lineamenti ma anche per la presenza (o assenza) di corna e protuberanze ossee varie.
I draghi variano notevolmente per dimensione in base alla sottorazza. Gran parte della lunghezza del corpo di un drago è data dal collo e dalla coda. Quest'ultima da sola è lunga circa la metà della somma tra corpo e collo, quindi l'altezza di un drago in piedi sulle zampe posteriori è pari a 2/3 della sua lunghezza totale. L'apertura alare di un drago è solitamente pari alla sua lunghezza.
Lingua:Draghesco:
la lingua comune a tutti i draghi, che vanta per numerosi dialetti e varianti, come la lingua dei draghi d'ametista e zaffiro e la lingua dei draghi d'ombra, che sono vere e proprie lingue a parte.
Trattandosi della prima lingua mai utilizzata su Anthuar, senza dubbio alcuno una delle pi complesse ed evolute, e risulta piuttosto difficile da imparare per chi non un drago. Non ne esiste alcuna forma scritta.
Habitat:Il tipo di organizzazione “sociale” dei draghi è molto variabile, alcuni si radunano in clan, altri sono essenzialmente solitari, altri ancora passano la loro vita sotto mentite spoglie fingendosi umani o umanoidi e vivendo tra questi ultimi come membri della loro razza. Va notato a questo proposito che anche se alcuni draghi possono assumere forme umanoidi non sono in grado di generare figli con esseri umanoidi in quanto questi ultimi sono mammiferi, contrariamente a loro che sono ovipari. Tali eventi dunque possono verificarsi solo in virtù di interventi magici.
Anche l'alimentazione dei draghi varia notevolmente secondo il tipo, ma tutti i draghi sono in grado di metabolizzare il 95% di ciò che ingeriscono e di mangiare anche materiali solitamente non commestibili, come metalli e gemme. Alcuni di loro anzi prediligono proprio questo genere di alimentazione. Alcuni tra i draghi in grado di mutare forma sono perfino capaci di sostenersi con il solo nutrimento necessario alla loro forma umana quando la conservano per lunghi periodi.

< Draconici - Elenco - Drider >

Torna all'indice generale - Vai al paragrafo 6 >>




Il Komics Club FANTASY GAME è ideato da Carmelo Massimo Tidona.

Homepage | Cos'è un Gioco di Narrazione | Come si gioca | Le Regole | Le Regole dell'Ambientazione
Creare un Personaggio | La Magia | Le Divinità | Il Mondo | KCFG sul web